Alien | Serie di film di fantascienza

Alien | Serie di film di fantascienza

Alien Serie: Copertina del film Alien, Ridley Scott, 1979

Alien è un media franchise, composto di film, fumetti, romanzi e videogiochi, nato a partire dal film Alien di Ridley Scott del 1979.
Il successo di pubblico e critica del primo film ha portato nei decenni successivi alla produzione di sequel e crossover, oltre che di opere derivate, come i romanzi di Steve Perry e la Trilogia di fumetti di Mark Verheiden. Il franchise, e i film in particolare, sono incentrati sul personaggio del tenente Ellen Ripley (Sigourney Weaver), venuta per la prima volta a contatto con gli Xenomorfi (la specie aliena protagonista della saga) a causa di un dirottamento dell’astronave commerciale Nostromo (Alien, 1979).

Tutti i film della serie Alien

Alien (Alien) (1979), di Ridley Scott;
Aliens – Scontro finale (Aliens) (1986), di James Cameron;
Alien 3 (Alien 3) (1992), di David Fincher;
Alien – La clonazione (Alien Resurrection) (1997), di Jean-Pierre Jeunet;
Prometheus (Prometheus) (2012), di Ridley Scott;
Alien: Covenant (2017), di Ridley Scott;

Crossover:

Alien vs Predator (AVP: Alien vs. Predator) (2004), di Paul W. S. Anderson;
Alien vs Predator 2 (Aliens vs. Predator: Requiem) (2007), di Greg Strause e Colin Strause;

Alien – Ridley Scott (1979)

Una scena di Alien di Ridley Scott (1979)

Alien di Ridley Scott lancia nel 1979 un nuovo tipo di fantascienza, cupa e gotica, virata sul genere horror, grazie soprattutto all’incontro con l’artista svizzero Hans Ruedi Giger, responsabile dell’aspetto dello xenomorfo e delle scenografie dell’astronave Nostromo e del pianeta LV-426. Alien è il film che presenta Sigourney Weaver al grande pubblico e ne determina il successo. Sceneggiato da Dan O’Bannon, con effetti speciali di Carlo Rambaldi. Nel cast sono presenti anche Yaphet Kotto, Veronica Cartwright, Ian Holm, Tom Skerritt, Harry Dean Stanton e John Hurt.

Aliens – James Cameron (1986)

Una scena di Aliens - Scontro finale di James Cameron (1986)

Nel 1986 esce Aliens, diretto da James Cameron, conosciuto in Italia come Alien – Scontro finale. Nel cast torna Sigourney Weaver, ad interpretare ancora una volta il tenente Ellen Ripley, unica sopravvissuta della spedizione del film precedente. La trama vede il ritorno del tenente sul pianeta che aveva dato origine a tutto per verificare lo stato di salute di una colonia, spedita sul pianeta a scopo di terraformazione. Aliens è scritto da Cameron stesso e prodotto da Gale Anne Hurd. Il film ha anche stavolta un cast d’eccezione, composto da Michael Biehn, Paul Reiser, Lance Henriksen, Bill Paxton, William Hope e dalla giovane Carrie Henn, nella sua unica (finora) parte in un film.

Alien 3 – David Fincher (1992)

Una scena di Alien 3 di David Fincher (1986)

Nel 1992, dopo anni di sceneggiatura poco fortunate, Alien 3 trova David Fincher come regista. Sigourney Weaver è per la terza volta in gioco per combattere gli xenomorfi, di nuovo unica superstite della spedizione precedente. In Alien 3 la trama si sposta sul pianeta “Fury” 161, che ospita un carcere di massima sicurezza ed un religioso diffuso tra gli ergastolani. La sceneggiatura è di David Giler e Walter Hill, mentre il cast è composto da Charles S. Dutton, Charles Dance, Paul McGann, Brian Glover, Ralph Brown e Danny Webb.

Alien Resurrection – Jean-Pierre Jeunet (1997)

Una scena di Alien - La clonazione di Jean-Pierre Jeunet (1997)

Il 1997 è l’anno di Alien: Resurrection (Alien: La clonazione in Italia), quarto film della saga, diretto dal francese Jean-Pierre Jeunet. Sigourney Weaver interpreta una nuova versione del tenente Ripley. Clonata 200 anni dopo la sua morte a bordo di un laboratorio scientifico dalle attività illegali, il tenente Ripley dovrà decidere se combattere gli xenomorfi o stare dalla loro parte, essendo ora parzialmente ibridata con loro. Il film è sceneggiato da Joss Whedon e interpretato da Winona Ryder, J.E. Freeman, Dominique Pinon, Ron Perlman, Gary Dourdan, Michael Wincott, Kim Flowers, Dan Hedaya e Brad Dourif.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Alien vs. Predator – Paul W. S. Anderson (2004)

Alien vs Predator di Paul Anderson, 2004 - Una scena del film

Nel 2004, dopo anni di chiacchiericcio sull’argomento, arriva al cinema Alien vs. Predator, diretto dal regista Paul W. S. Anderson. La Weyland organizza una spedizione nell’Antartide, in seguito alla scoperta di una piramide sepolta nei ghiacci, che sembra appartenere a diverse culture. Il gruppo, guidato dalla scalatrice Alexa Woods (Sanaa Lathan) e accompagnato dal signor Weyland in persona (Lance Henriksen), scoprirà un territorio di guerra tra due temibili specie aliene. Nei piani della Fox fin dai primi anni ’90, Alien vs. Predator si pone narrativamente prima della quadrilogia originaria (che va da Alien di Ridley Scott ad Alien – La clonazione di Jean-Pierre Jeunet), ma sarà poi sostituito dalla saga prequel creata da Scott a partire da Prometheus. La sceneggiatura è dello stesso Anderson. Nel cast sono presenti, oltre a Lathan e Henriksen, Raoul Bova, Ewen Bremner e Colin Salmon.

Alien vs. Predator 2 – Greg e Colin Strause (2007)

Alien vs Predator 2 - Greg e Colin Strause - 2007 - Una scena del film

Visto il successo del primo capitolo, la Fox mette in cantiere Alien vs. Predator 2 (Alien vs. Predator: Requiem), diretto stavolta dai fratelli Greg e Colin Strause. Il film si basa sul ritorno di Predator sulla terra per sconfiggere il Predalien, un ibrido tra uno xenomorfo e uno Yautja. Il film è sceneggiato da Shane Salerno. Nel cast Steven Pasquale, Reiko Aylesworth, John Ortiz, Johnny Lewis, Ariel Gade e Sam Trammell.

Prometheus – Ridley Scott (2012)

Prometheus - Ridley Scott, 2012 - Una scena del film

Dopo voci di corridoio durate anni sulla produzione di un prequel di Alien in più parti, nel 2012 esce Prometheus di Ridley Scott. Il film rilancia il franchise di Alien, pur non essendo un basato sullo xenomorfo. Scott torna infatti alla sua creazione iniziale per dar voce agli ingegneri, ossia per svelare il background dell’essere mummificato, rinvenuto dall’equipaggio dell’astronave Nostromo nel primo Alien. Una spedizione, diretta sulla luna LV-223, in seguito alla scoperta delle coordinate in una grotta, scopre l’esistenza di una razza umanoide che sembra non avere buone intenzioni nei confronti della terra. La sceneggiatura di Prometheus è di Jon Spaihts e Damon Lindelof, mentre il cast è composto da Noomi Rapace, Michael Fassbender, Charlize Theron, Idris Elba, Guy Pearce e Logan Marshall-Green.

Alien: Covenant – Ridley Scott (2017)

Alien: Covenant - Ridley Scott, 2017 - Una scena del film

Dopo cinque anni arriva il sequel di Prometheus, ancora una volta diretto da Ridley Scott, che promette di svelare l’origine della specie aliena della saga. In Alien: Covenant, un equipaggio in missione di colonizzazione decide di cambiare rotta, una volta identificato un segnale proveniente da un pianeta abitabile. Una volta atterrati, i membri dell’astronave Covenant scopriranno una realtà tutt’altro che accogliente. Alien: Covenant è scritto da John Logan e Dante Harper, mentre nel cast figurano Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride, Demián Bichir, Carmen Ejogo ed Amy Seimetz. 

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
 

Altri progetti

Alien: Isolation – The Digital Series (2019)

Alien: Isolation - The digital series, 2019, Fabien Dubois - Una scena

Nel 2019, per festeggiare il quarantesimo anniversario di Alien, uno dei progetti della 20th Century Fox è Alien: Isolation – The Digital Series, una serie web in 7 episodi, diretta da Fabien Dubois, tratta dal videogioco del 2014 con lo stesso titolo, che vede come protagonista Amanda Ripley, la figlia del tenente Ellen Ripley, alla ricerca della madre 15 anni dopo la sua scomparsa. Creata da Kinga Smith e Fabian DuBois, la serie esce il 28 febbraio 2019 su IGN ed è disponibile esclusivamente in lingua inglese.

Alien 40th Anniversary Short Films

Alien 40th Anniversary Short Films, di registi vari, 2019 - Una scena

Oltre alla serie web di Alien: Isolation, vengono pubblicati settimanalmente su IGN i cortometraggi della serie Alien 40th Anniversary Short Films, tra il 29 marzo e il 26 aprile 2019. I sei brevi film sono girati da registi emergenti, che vincono un concorso indetto in occasione del quarantesimo anniversario di Alien. I titoli sono Alien: Containment (Chris Reading), Alien: Specimen (Kelsey Taylor), Alien: Night Shift (Aidan Breznick), Alien: Ore (Kaley & Sam Spear), Alien: Harvest (Benjamin Howdeshell) e Alien: Alone (Noah Miller). Nel 2019 viene pubblicato anche il progetto web dal titolo 6-Part Dossier Exposing the Secret History of Weyland-Yutani, una serie di post su Instagram, che descrivono gli esperimenti eseguiti dalla Weyland-Yutani sugli Xenomorfi, con la loro conseguente fuga e distruzione della base della compagnia.

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti per arricchire l'esperienza utente. Continuando la navigazione del sito si accetta automaticamente l'utilizzo dei cookie nel proprio computer. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi