La bambola assassina

La bambola assassina

La bambola assassina – Serie di film horror

La-bambola-assassina-Childs-play-1988-Tom-Holland
Copertina di La bambola assassina (Child’s play, 1988) di Tom Holland

La bambola assassina è una serie di film horror statunitense nata nel 1988 a partire dall’omonimo film (Child’s Play). Il film, diretto da Tom Holland e sceneggiato da Don Mancini, Tom Holland, John Lafia, ha dato il via ad una saga di film tuttora in fase di sviluppo. La serie di Child’s play è basata sul personaggio di Chucky, bambolotto appartenente alla linea di giocattoli fittizia Good Guys (in Italia Tipo bello). A differenza di altre bambole del cinema horror, come Annabelle, Chucky non ha nulla di demoniaco, ma è un giocattolo posseduto dall’anima di un serial killer. Nel film originale il pluriomicida Charles Lee Ray, soprannominato “strangolatore del lago”, è trasmigrato nel corpo di un bambolotto per poter sfuggire alla morte. 
Protagonisti del primo film sono Karen Barclay (Catherine Hicks), una madre che regala il bambolotto a suo figlio Andy (Alex Vincent), ed il detective Mike Norris (Chris Sarandon), il quale indaga su una serie di omicidi che sembrano iniziare a coinvolgere il bambino e la bambola. Lo scopo di Chucky è quello di trasmigrare nel corpo di Andy per non rimanere per sempre intrappolato nella bambola.

Lo sviluppo della serie di Chucky

Nel 1990 esce La bambola assassina 2 (Child’s play 2) di Joh Lafia, che vede ancora una volta Chucky perseguitare Andy Barcley. Il bambino protagonista del primo film sarà sostenuto stavolta da una ragazza ospitata nella stessa famiglia (Christine Elise). L’anno successivo La bambola assassina 3 (Child’s play 3) di Jack Bender, racconta con un salto temporale in avanti l’esperienza del’adolescente Andy Barcley in una scuola militare. Chucky riesce a raggiungerlo anche lì, portando scompiglio in tutta la scuola.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nel corso degli anni la serie si è evoluta in modo inaspettato, sconfinando nella horror comedy. La saga della Bambola assassina ha assunto toni particolarmente umoristici in La moglie di Chucky (Bride of Chucky, 1998) di Ronny Yu e Il figlio di Chucky (Seed of Chucky, 2004) di Don Mancini. Dopo una pausa di nove anni, nel 2013 è uscito La maledizione di Chucky (Curse of Chucky), ancora una volta per la regia di Mancini. Da questo momento la saga ha ripreso toni più horror, pur mantenendo l’ironia delle origini. Con Il culto di Chucky (Cult of Chucky), del 2017, il regista Don Mancini lascia aperta la porta ad ulteriori possibilità di sviluppo della saga, che potrebbero culminare nella produzione di una serie televisiva.

La bambola assassina, serie di film horror - Una scena di Il figlio di Chucky
Chucky, la moglie Tiffany ed il figlio Glen-Glenda in una scena di Il figlio di Chucky

La saga de La bambola assassina

La bambola assassina (Child’s Play) (1988), di Tom Holland
La bambola assassina 2 (Child’s Play 2) (1990), di John Lafia
La bambola assassina 3 (Child’s Play 3) (1991) di Jack Bender
La sposa di Chucky (Bride of Chucky) (1998) di Ronny Yu
Il figlio di Chucky (Seed of Chucky) (2004) di Don Mancini
La maledizione di Chucky (Curse of Chucky) (2013) di Don Mancini
Il culto di Chucky (Cult of Chucky) (2017) diretto da Don Mancini
Child’s play (Child’s play) (2019) diretto da Lars Klevberg (remake)

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti per arricchire l'esperienza utente. Continuando la navigazione del sito si accetta automaticamente l'utilizzo dei cookie nel proprio computer. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi