Alien 5: nuovo progetto in arrivo per il sequel?

Aggiornato:

Nuovo trattamento per Alien 5, scritto da Walter Hill e David Giler, con Sigourney Weaver come protagonista

News importante e inattesa riguardante la saga di Alien, nonostante l’attuale stallo in cui si trova! Pare ci sia nuovo movimento dietro le quinte per cercare ancora una volta di produrre un Alien 5 con Sigourney Weaver nei panni del tenente Ellen Ripley. Ne ha recentemente parlato la stessa attrice, sequita dal regista e sceneggiatore Walter Hill e dal produttore David Giler. I due, che già avevano collaborato alla sceneggiatura di Alien 3 (David Fincher, 1992), sono infatti gli autori di un nuovo trattamento per il quinto capitolo della saga.

Alien 5: Sigourney Weaver in Alien - La clonazione

L’11 giugno 2020, chattando con Empire, Sigourney Weaver aveva dichiarato di aver recentemente ricevuto il nuovo trattamento, ma dalle sue parole non sembrava particolarmente entusiasta.

“Forse Ripley ha fatto la sua parte”, ha detto Weaver a Empire Magazine. “Merita un periodo di riposo.”

Citazione da Bloody-Disgusting

In realtà il periodo di riposo del tenente Ellen Ripley, diventato Ripley 8 in Alien – La clonazione, dura già da 23 anni e più si aspetta, più sarà difficile farlo uscire da questa pausa, in quanto Sigourney Weaver ha già 70 anni.

Il 18 giugno, la conferma del regista Walter Hill a Syfy Wire, che aveva chiesto informazioni sull’argomento, è stata corredata dallo stesso da una foto datata marzo 2020, con la copertina del trattamento di 50 pagine da lui scritto insieme a Giler.

Parlando del concept per il nuovo Alien 5, Hill ha anche commentato le poco entusiastiche considerazioni di Sigourney Weaver.

Sigourney, come ha fatto fin dall’inizio, è stata troppo modesta sulla sua comprovata capacità di realizzare l’idea – che è quella di raccontare una storia che vi fa spaventare a morte, prende a calci in culo un nuovo Xenomorfo e conduce una riflessione sull’universo del franchise di Alien e sul destino del personaggio del tenente Ellen Ripley.

La copertina del trattamento di 50 pagine di Alien 5, scritto da Walter Hill e David Giler

Dalla foto fornita da Hill, si possono intuire alcune tematiche o vaghi abbozzi di trama, ma in ogni caso viene da pensare si tratti di un sequel di Alien – La clonazione, piuttosto che di un reset narrativo, come nell’idea di Blomkamp per Alien 5, che intendeva girare un seguito diretto di Aliens (James Cameron, 1986).

Oltre al titolo Alien 5 in numero romano, la cover del trattamento riporta una variante della tagline originaria di Alien (Ridley Scott, 1979), “In space no one can hear you scream” (“Nello spazio nessuno può sentirti gridare”). La variante recita “In space no one can hear you dream” (“Nello spazio nessuno può sentirti sognare”). Inoltre sono presenti citazioni di Edgar Allan Poe, “All that we see or seem / Is but a dream within a dream” (“Tutto quello che vediamo, quel che sembriamo, non è che un sogno dentro un sogno.”) e di William Tecumseh Sherman “War is hell” (“La guerra è l’inferno”). Tutto questo sembra alludere alla volontà di mettere in discussione lo statuto di realtà del film precedente o alla possibilità che parte di ciò che abbiamo visto sia stato solamente un sogno.

Attualmente il franchise si trova in crisi a causa dello scarso successo ottenuto da Alien: Covenant (2017), secondo capitolo, dopo Prometheus (2012), di un’ideale trilogia prequel diretta da Ridley Scott, che in una fase aveva dichiarato di non avere tre, bensì sei possibili film per sviluppare ulteriormente la saga. Le scarse performance di Alien: Covenant al botteghino hanno reso dubbia la produzione del sequel Alien: Awakening. Contemporaneamente il progetto di Neill Blomkamp, di cui si è largamente discusso online dal 2015, è stato messo in pausa a tempo indeterminato. In questo scenario, la Fox è stata acquisita dalla Disney, e non è chiaro cosa la casa intenda fare con la saga di Alien. Qualche tempo fa si vociava addirittura sulla produzione di una serie TV di Alien.

Il nuovo progetto di Alien 5, qualora entrasse in porto, rischierebbe di mettere in secondo piano la produzione di Alien: Awakening di Ridley Scott. Tuttavia, se si dovesse chiedere ai fan di scegliere uno dei due progetti, probabilmente il prequel di Scott riceverebbe ben pochi consensi, in quanto il mondo della fantascienza aspetta un nuovo Alien con Sigourney Weaver dal lontano 1997!

Staremo a vedere se e cosa accadrà! Chi di voi spera ancora in Alien 5?

Written by 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto